Ride2Freedom

RIDE TO FREEDOM IS SAVING CHILDREN

Today millions of children are persecuted and orphaned in China as a result of the Chinese Communist Party’s persecution campaign against Falun Gong, which is a spiritual Chinese cultivation practice.

Contact to Support

Mission

RIDE TO FREEDOM STA SALVANDO I BAMBINI
Oggi milioni di bambini sono perseguitati e sono resi orfani in Cina a causa della campagna di persecuzione del Partito Comunista Cinese contro il Falun Gong, una disciplina spirituale cinese.

Centinaia di bambini cinesi sono sottratti alle loro case. Come milioni di altri, potrebbero essere arrestati senza alcuna giustificazione legale, condannati a punizioni violente e persino torturati a morte.

Molti sono obbligati ad abbandonare le loro case, a diventare senzatetto e orfani, quando i loro genitori subiscono il tragico destino di essere arrestati perché, nella Cina dei giorni nostri, praticano verità, compassione e tolleranza.

RideToFreedom ha la missione di salvare questi bambini e creare consapevolezza sulla persecuzione. Attraverso la sensibilizzazione globale e la pressione dell'opinione pubblica sul Partito Comunista Cinese questa missione può essere realizzata.

Da un rapporto di Human Rights in Cina (HRIC): “Perseguitare i bambini sulla base della loro fede o di quella dei loro genitori è una violazione fondamentale dei diritti del bambino secondo il diritto internazionale”.
“Il governo cinese dovrebbe dimostrare la sua aderenza alla Convenzione [ONU] assicurando che nessun bambino sia soggetto a tortura, detenzione o alla perdita dei diritti umani fondamentali a causa della sua fede o di quella dei suoi genitori.”
Liu Qing, presidente di Human Rights in China (HRIC)
COSA È IL FALUN GONG?
Il Falun Gong noto anche come Falun Dafa è una pratica di coltivazione tradizionale cinese, guidata dalle caratteristiche dell'universo - Verità, Compassione e Tolleranza . La pratica è stata introdotta dal Maestro Li Hongzhi nel 1992.

" Coltivazione" significa cercare continuamente di armonizzare meglio se stessi con questi principi universali. "Pratica " si riferisce agli esercizi - cinque serie di movimenti delicate, facili da imparare e meditazione .

Il Falun Gong è oggi praticato in più di 70 paesi da persone di tutte le età, provenienti da diversi percorsi di vita e culture diverse.
PERSECUZIONE
Il Falun Gong, conosciuto anche come Falun Dafa, è una pratica di coltivazione tradizionale, guidata dalle caratteristiche  – Verità, Compassione e Tolleranza. È praticato liberamente in più di 70 paesi, tuttavia è vietato in Cina dal 1999 e i praticanti vengono perseguitati.

Sono soggetti ad terrificanti crudeltà sotto il Partito Comunista Cinese, la cui campagna di persecuzione di massa ha causato la morte di innumerevoli cittadini cinesi innocenti.

In Cina, la terra d'origine del Falun Gong, chi pratica subisce gravi abusi dei diritti umani per mano del Partito Comunista Cinese. La portata e la gravità degli abusi che hanno luogo la rendono probabilmente la più ampia persecuzione contro la libertà di credo nel mondo.

La persecuzione del Falun Gong ha obbligato molte persone a lasciare le proprie case, molti sono stati mandati nei campi di lavoro o sono diventati vittima del prelievo forzato di organi. Ma anno dopo anno, di queste atrocità non si è sentito nulla.

Oltre alle 3.000 morti di praticanti del Falun Gong verificate, nonostante si tratti solo della punta dell'iceberg, il giornalista indipendente Ethan Gutman ha stimato nel suo libro The Slaugher, <em>Il massacro</em> che 65.000 praticanti hanno perso le loro vite a causa del prelievo forzato degli organi. La maggior parte delle persone che sono morte e che sono state vittime di queste detenzioni sono persone che hanno famiglia – madri, padri e nonni sono sottratti ai loro bambini; le famiglie vengono distrutte. Innumerevoli bambini stanno soffrendo per questa persecuzione assurda.
Caso 1:
Wang Lixuan e suo figlio di 8 mesi, Meng Hao, sono stati arrestati il 12 ottobre 2000 mentre erano in viaggio verso Pechino per fare appello in favore del Falun Gong. Madre e figlio sono morti nel Campo di lavori forzati di Tuanhe a Pechino il 7 novembre 2000. L'autopsia ha determinato che il collo e le dita Wang Lixuan erano rotti, il suo cranio era fratturato e aveva un ago conficcato nella sua parte bassa della schiena. Il suo figlioletto, Meng Hao, aveva ferite sulle caviglie e sulla testa, e sangue nel naso. Si ritiene che il piccolo Meng sia stato appeso a testa in giù dalle caviglie.
Caso 2:
Liu Qian, una ragazzina di 12 anni, ha iniziato a praticare il Falun Gong nel 2003 come forma di terapia dopo aver scoperto di avere la leucemia. Otto mesi dopo, stava abbastanza bene da poter tornare a scuola, ma il preside ha insistito perché lei e i suoi genitori firmassero una promessa di smettere di praticare il Falun Gong. Quando Liu Qian e la sua famiglia si sono rifiutati di farlo, Liu Qian è stata espulsa da scuola. Liu Qian è caduta poi in una grave forma di depressione e la sua salute si è deteriorata. È morta l'11 febbraio 2004.
Caso 3:
Quando la figlia di Yuwei Zhang aveva un mese, Yuwei dovette fuggire negli Stati Uniti, separandosi dalla sua bambina. Lasciò la Cina dopo che era diventata un bersaglio a causa della sua pratica del Falun Gong.
Ha detto che in Cina, veicoli della polizia erano spesso parcheggiati fuori del suo appartamento.
Era stata arrestata quattro volte. Una volta perché possedeva una copia scritta a mano dello Zhuan Falun (il libro principale del Falun Gong), e una volta mentre si recava all’Ufficio degli Appelli di Pechino. Nel 2000, è stata arrestata ed imprigionata per aver invitato due praticanti del Falun Gong a casa sua per cena. (Tre persone che si riuniscono possono essere considerate un partito illegale.) Il suo quarto arresto è accaduto presso il posto di lavoro, una società farmaceutica. Fu portata in un centro di lavaggio del cervello e ritenuta per 45 giorni.

Yuwei aveva un dottorato di ricerca ed aveva pubblicato tre articoli scientifici, ma ha dovuto trasferirsi dalla sua città natale in una città dove nessuno la conosceva perché gli arresti le resero difficile trovare lavoro. Quando si presentò la possibilità di lasciare la Cina, la accolse. Ma questo significava lasciare la sua bambina e il marito.

Sei mesi più tardi, Yuwei si riunì con il marito e la figlia. Sua figlia era uno di quei bambini fortunati.

I bambini di praticanti del Falun Gong devono affrontare la stessa persecuzione dei genitori. Quando le praticanti del Falun Gong in gravidanza sono detenute, sono torturate senza alcun riguardo per il loro bambino non ancora nato e in molti casi sono costrette ad abortire i loro bambini.